Loghi

L’Associazione APS LudusOrionis, in collaborazione con il Conservatorio "Luigi Cherubini" di Firenze, si fa promotrice di uno stage dal titolo “La musica sacra di Antonio Vivaldi: il Gloria RV 589 e il Magnificat RV 610”, con l’intento di approfondire lo stile e la prassi esecutiva del repertorio sacro del barocco italiano. Lo stage, della durata di 4 giorni, offre agli iscritti la possibilità di curare la preparazione tecnica e interpretativa con artisti di fama internazionale e di partecipare alla concertazione dei brani scelti per un concerto finale, che sarà tenuto nella Chiesa di S. Giovannino dei Cavalieri, in via S. Gallo, 66 a Firenze.

L’esecuzione prevede la partecipazione dell’Orchestra barocca del Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, preparata dal M° Davide Monti.

sfondo viola

I cantanti saranno ammessi in base a una selezione, effettuata dai Docenti di vocalità, che avverrà tramite l’invio di un video di un brano, preferibilmente del repertorio sacro, tratto dal repertorio italiano dei secc. XVII-XVIII. I link dei video vanno inviati a segreteria3@ludusorionis.com entro il 10 settembre 2023.

L’Associazione LudusOrionis offre 4 borse di studio, a cui possono concorrere tutti gli studenti delle classi del Dipartimento di Canto del Conservatorio Cherubini, segnalati dai propri docenti e selezionati dai docenti dello stage mediante l’invio di un video contenente l’esecuzione di un’aria del periodo vivaldiano.

I coristi saranno selezionati in base all’esperienza maturata nel repertorio polifonico.

I cantanti potranno usufruire di 4 lezioni individuali di 50’, che si svolgeranno nella mattina e nelle prime ore del pomeriggio, e saranno dedicate alla preparazione delle parti solistiche dei brani oggetto dello stage. A discrezione dei docenti si potrà richiedere la cura e l’approfondimento di altri brani. I coristi usufruiranno di un vocal training dalle 10.00 alle 12.30, dedicato alla tecnica vocale e alla preparazione delle parti. Dato il limitato tempo a disposizione, è richiesta una buona conoscenza della propria parte vocale). Il pomeriggio sarà dedicato al lavoro di concertazione con il M° Fratini.

a chi e' rivolto

A chi e' rivolto

  1. Solisti che vogliano approfondire la tecnica e l’interpretazione del repertorio sacro solistico e che lavoreranno con uno dei 2 docenti di vocalità.

  2. Coristi, che avranno l’opportunità di seguire un training di apprendimento dei brani scelti per il concerto finale dello stage. Verrà data particolare cura anche alla preparazione tecnico-vocale, con lezioni individuali e/o collettive tenute dalla vocal coach.

M. Fratini

Lorenzo Fratini

Nasce a Prato nel 1973. Si diploma in Composizione polifonica vocale, Musica corale e Direzione di coro, Strumentazione per banda e Clarinetto presso i Conservatori di Bologna, Ferrara, Firenze e Milano dove compie anche gli studi di Canto e Direzione d’orchestra e Flauto dolce. Frequenta corsi di Direzione d’orchestra tenuti da Gutav Kuhn, Gianluigi Gelmetti e Piero Bellugi e di Direzione di coro con Roberto Gabbiani, Fabio Lombardo, Andrew Lawrence-King e Diego Fasolis.

Dirige concerti con l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra della Radio di Bucarest, l’Orchestra del Teatro di Cluj-Napoca, l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, l’Orchestra del Teatro Verdi di Firenze, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna. Per la casa discografica Diapason registra Die Schöpfung di Franz Joseph Haydn e, tra gli altri, lavori di Mozart e di autori del Novecento in prima esecuzione assoluta.

Nel 2003 è invitato, unico docente italiano, al Festival Internazionale Europa Cantat a Barcellona, dove tiene un corso sui cori d’Opera con concerto finale nel Gran Teatro del Liceu.

Ha insegnato presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, il Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste e l’Università degli Studi di Siena. Alla Suntory Hall di Tokyo cura la preparazione del coro per la messa in scena di Turandot, primo maestro di coro italiano a istruire un coro giapponese.

Dopo un breve periodo al Teatro Carlo Fenice di Genova, dal 2004 al 1020 è Maestro del Coro della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste. Dirige, tra l’altro, Carmina Burana al Parco di Miramare, Ein Sommernachtstraum di Felix Mendelssohn nella versione integrale con la voce recitante di Moni Ovadia al Mittel Fest di Cividale, Die Schöpfung di Franz Joseph Haydn nella Stagione Sinfonica 2006, la Missa di Gloria di Giacomo Puccini, Il paese dei campanelli, titolo inaugurale del Festival Internazionale dell’Operetta di Trieste del 2007, un concerto con musiche di autori d’opera italiani alla presenza del Presidente della Repubblica, Madama Butterfly nella Stagione Lirica e Andrea Chénier presso il Sejong Art Center di Seoul.

Da gennaio 2011 a dicembre 2012 assume la direzione del Coro del Teatro Comunale di Bologna, dirigendo l’Orchestra e il Coro in Peer Gynt di Edvard Grieg e Ein Sommernachtstraum di Felix Mendelssohn. Per il Bologna Festival esegue due concerti con musiche di Giovanni Pierluigi da Palestrina, Johann Sebastian Bach, Arnold Schömberg, Ildebrando Pizzetti e, nella stagione sinfonica, la versione per orchestra della Petite Messe Solennelle di Gioacchino Rossini. È Maestro del Coro per due estati al Rossini Opera Festival, collaborando alla produzione del Mosé in Egitto, vincitrice del Premio Abbiati.

Dal 2013 è Maestro del Coro del Maggio Musicale Fiorentino.

Ha collaborato con direttori d’orchestra fra i quali Daniele Gatti, Riccardo Muti, Claudio e Roberto Abbado, Cristoph Eschenbach, Ton Koopman, Nicola Luisotti, Lorin Maazel, Wayne Marchall, Zubin Metha, Daniel Oren, Nello Santi, Pinchas Steinberg, Esa-Pekka Salonen. Esehue in prima assoluta, lavorando direttamente con gli autori, composizioni di Luca Francesconi, Salvatore Sciarrino, Michele Dall’Ongaro, Fabio Vacchi, Giampaolo Coral, Randall Meyers, Tan Dun e Arvo Pärt. È inviatato più volte come Maestro del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma.

Roberta Invernizzi

Roberta Invernizzi

Nata a Milano, Roberta Invernizzi ha studiato pianoforte e contrabbasso prima di dedicarsi al canto sotto la guida di Margaret Heyward. È una dei più richiesti solisti nel campo del repertorio barocco e classico e ad oggi un vero punto di riferimento di tecnica e stile nel barocco.

Grande interprete di Händel, Roberta è stata Maria Maddalena ne La Resurrezione al Musikverein di Vienna; Medea nel Teseo al Karlsruhe; Oriana in Amadigi al Festival Handel di Halle e Opera Royal di Versailles; Cleopatra nel Giulio Cesare con l’Orchestra dell’Età dell’Illuminismo; Flavia nel Silla al Theatre des Champs-Elysées e al Konzerthaus di Vienna; Emirena in Adriano in Siria a Madrid e Valencia sotto la direzione di Fabio Biondi; Nerone in Agrippina al Teatro Real di Madrid; Armida in Rinaldo diretta da Ottavio Dantone, regia di Pier Luigi Pizzi alla Scala di Milano.

Ha cantato i ruoli principali in Dido and Eneas al Teatro filarmonico di Verona e al Teatro Regio di Torino; la Santissima Trinità di A. Scarlatti, Ercole sul Termodonte di Vivaldi al Theatre des Champs-Elysées di Parigi; Statira di Cavalli al Teatro S. Carlo di Napoli; Olimpiade di Galuppi alla Fenice; Orfeo di Monteverdi alla Scala con Rinaldo Alessandrini e Roberto Wilson ed a Torino sotto la direzione di Antonio Florio, il Ritorno di Ulisse in Patria presso la Elbphilarmonie di Amburgo con Europa Galante e Fabio Biondi.

Regolarmente presente al festival di Salisburgo; ruolo titolo nella Sant’Elena al Calvario con Fabio Biondi; recital con il Giardino armonico al Mozartheum; Aci Galatea e Polifemo con G. Antonini; Trionfo del tempo di Händel con M. Haselböch; la Resurrezione con Nikolaus Harnoncourt; la C minor Mass di Mozart con G. Dudamel e l’Isacco di Jommelli con Diego Fasolis e la Waisenhausmesse con Abbado.

Inoltre, ha tenuto recital barocchi con Il Giardino armonico al Mozartheum, la Messa in C minor e Davide penitente al Musikverein di Vienna e allo Styriarte Festival di Graz con Harnoncourt.

Invitata varie volte alla Scala citiamo il recente Stabat Mater di Pergolesi con la Filarmonica sotto la direzione di Ottavio Dantone e il prestigioso concerto di Natale condotto da Giovanni Antonini al Innsbrucker Festwochen der Alten Musik è stata Giunone nel Semele di Hasse con Claudio Osele.

È stata scelta dal grande direttore austriaco Nikolaus Hanoncourt per il concerto celebrativo dei 200 anni del Musikverein di Vienna con la versione di Mozart dell’Alexander’s Feast e nella stessa città poco dopo la Koncert Haus di Vienna ha celebrato i venti anni del Resonanzen Festival con un recital “Roberta Invernizzi and friends!”.

Ha cantato nei principali teatri italiani, europei e americani, sotto la direzione di N. Harnoncourt, C. Abbado, I. Bolton, G. Leonardt, F. Brüggen, J. Savall, A. Curtis, G. Antonini, F. Biondi, A. Florio, R. Alessandrini, O. Dantone e collabora frequentemente con Concentus Musicus Wien, Europa Galante, Accademia Bizantina, Giardino Armonico, Cappella de la Pietà dei Turchini, Concerto Italiano, Ensemble Mattheus, Venice Baroque Orchestra, La Risonanza, Archibudelli e i Barocchisti.

La sua discografia comprende oltre 100 incisioni collaborando per le case discografiche Sony, Deutche Grammophon, EMI/Virgin, Naïve, Opus 111, Symphonia, Glossa ottenendo numerosi premi come Diapason d’Or de l’année, e Choc du monde de la Musique, Goldberg 5 stars; Grammophone Awards e Deutsche Schallplatten Preis. I suoi recenti lavori discografici solistici “Vivaldi Album”, “Faustina Bordoni” e “La Bella più Bella” incisi per Glossa, sono stati ampiamente acclamati dalla critica internazionale. Il suo disco solista “Dolcissimo sospiro” con l’Accademia Strumentale Italiana ha vinto il rinomato Midem Classical Awards. Il suo recente disco “Cantate italiane” di Händel vince ancora lo Stanley Prize per la miglior registrazione Händel dell’anno.

Impegni recenti e futuri includono Ipomene ne l’Empio punito di Alessandro Melani diretto da Carlo Ipata e messo in scena da Jacopo Spirei al Teatro Verdi di Pisa; Flavia nel Silla di Händel in Giappone sotto la guida di F. Biondi; San Giovanni nella Vergine addolorata di A. Scarlatti al Festival barocco della Staatoper di Berlino e Giunone nella Semele di Hasse a Rheinsberg con Claudio Osele.

Roberto Abbondanza

Roberto Abbondanza

Romano, allievo della soprano Isabel Gentile, si è perfezionato nel repertorio liederistico al Mozarteum di Salisburgo con Hartmut Höll.

Attivo nella musica antica e barocca, ha collaborato con F. Biondi, R. Alessandrini, J. Savall, S. Preston, C. Mackerras, S. Vartolo, G. Garrido, F.M. Bressan.

Ha collaborato, tra gli altri, con i direttori M. W. Chung, Z. Mehta, B. Bartoletti, G. Noseda, J. Valcuha, C. Gibault, J. Axelrod, D. Callegari, A. Fisch, Lu Jia, F. Lanzilllotta, E. Mazzola, P. Morandi, P. Olmi, D. Oren, M. Panni, Z. Pesko, E. Pidò, S. Ranzani, L. Shambadal, S. Solltesz, V. Spivakov, P. Steinberg, M. Tabachnik, A. Tamayo, J. Webb, R. Weikert, O. Wellber, A. Zedda, e con i registi quali D. Abbado, Pier’Alli, R. Andò, R. Carsen, G. Barberio Corsetti, G. Cobelli, H. De Ana, A. De Rosa, C. Di Palma, M. Fabbri, W. Friedkin, La Fura dels Baus, G. Gallione, W. Le Moli, C. Ligorio, D. Livermore, V. Malosti, M. Martone, D. Michieletto, E. Nekrosius, P. Pizzi, S. Poda, J.P. Ponnelle, G. Pressburger, M. Scaparro, F. Tiezzi, G. Vacis.

Ha cantato in Italia (Teatro alla Scala di Milano, Accademia Nazionale di S. Cecilia in Roma, Maggio Musicale Fiorentino, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Comunale di Bologna, Fenice e Biennale di Venezia, Arena di Verona, Teatro Regio di Torino, Opera di Roma, Orchestra Nazionale della RAI, Sagra Malatestiana di Rimini, Sagra Musicale Umbra, Festival di Ravello)

e all'estero (Montecarlo, Parigi, Bordeaux, Lyon, Nizza, Lisbona, Barcellona, Madrid, Bilbao, Köln, Vienna, Oslo, Bruxelles, Budapest, Toronto, New York, Washinghton, Buenos Aires, S. Paolo, Città del Messico, Istanbul,Tokyo, Kyoto, Singapore,Hong Kong, Taipei ecc.)

Unanimamente riconosciuto prezioso interprete del repertorio moderno e contemporaneo ha cantato prime assolute tra gli altri di: Philip Glass, John Adams, Ennio Morricone, Luis Bacalov, Beat Furrer, Stale Kleiberg, James W. Newton Jr, James Mc Millan, Claudio Ambrosini, Giorgio Battistelli, Carlo Boccadoro, Sylvano Bussotti, Silvia Colasanti, Michele Dall’Ongaro, Matteo D’Amico, Ivan Fedele, Luca Francesconi, Luca Mosca, Marcello Panni, Giuseppe Sinopoli, Fabio Vacchi.

Ha inciso per Emi-Virgin, Opus 111, Naxos, Stradivarius, Brillant, Digressione, Tactus e Fonè.

Dal 2009 è Professore di Musica vocale da Camera presso il Conservatorio Statale di Musica “Giulio Briccialdi” di Terni, Docente di Tecnica vocale presso il Dipartimento di Teatro dell’ “Officina Pier Paolo Pasolini” di Roma, Docente di tecnica vocale presso il Wah Yan College di Kowloon, Hong Kong.

 

PROGRAMMA

21 settembre, ore 10.00 Inizio delle lezioni individuali dei cantanti; ore 10.30 Vocal training dei coristi.

-Dal 21 al 24 settembre: lezioni individuali ore 10.00-12.30 e 13.30-16.00

-Preparazione corale: ore 10.30-12.30 e 16.00-19.30

-24 settembre, ore 21.00 Concerto finale

sfondo viola

Assistente del direttore

M° MARIA CARMELA DE CICCO

Maestro concertatore

DAVIDE MONTI

Maestro all’organo

GABRIELE MICHELI

Vocal coach

JENNIFER SCHITTINO

Maestro accompagnatore

SANTA TOMASELLO

CONDIZIONI E QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Saranno ammessi max. 12 cantanti e 40 coristi.

Il costo dell’intero stage per i solisti è € 300 e per i coristi € 120, da versare entro il 20 settembre 2023. Una parte di tale quota dovrà essere versata come tassa d’iscrizione (€ 100 per i solisti e € 50 per i coristi) che verrà effettuata compilando il form sul sito dell’Associazione (www.ludusorionis.com) entro e non oltre il 10 settembre 2023.

È possibile frequentare lo stage anche come uditore, pagando una quota di € 100.

Al momento dell’iscrizione i partecipanti riceveranno una mail di conferma con tutte le istruzioni per la frequenza al corso e per il pagamento del saldo.

I pagamenti dovranno essere effettuati mediante bonifico bancario intestato a Ludus Orionis APS, Via A. Squarcialupi, 6-50144 Firenze; IBAN: IT03I0306909606100000184484.

I lavori si svolgeranno nel Rettorato della Chiesa di S. Giovannino dei Cavalieri , via S. Gallo, 10-50100 Firenze.

Per l’alloggio è possibile avere sistemazione nella Foresteria 5, in viale don Minzoni, 5, 50129 Firenze e altre strutture che verranno segnalate su richiesta (prezzi tra € 50 e 65 al giorno).

Lo stage sarà effettuato solo se ci sarà un numero sufficiente di iscrizioni.

In caso di cancellazione dello stage, per causa di forza maggiore, è previsto il rimborso totale della quota precedentemente versata.